Atenei “virtuosi”, la classifica del Miur

luglio 25th, 2009

lavagnabuonicattivi.jpgUn po’ come si faceva a scuola, alla lavagna: una riga nel mezzo, da un lato i “buoni” e dall’altro i “cattivi”. Così, come una maestra vecchio-stampo, il ministro Mariastella Gelmini ha stilato una classifica delle università “virtuose” e di quelle “inadempienti” individuate attraverso una serie di parametri. Dalla classifica che ne scaturisce si evince che al Nord si concentra la maggior parte dei migliori, al Sud – invece – gli atenei mediamente faticano a tenere il passo e registrano performance negative.

È evidente che il contesto gioca una parte importante, se non preponderante: un’ottima università “in sé e per sé” ma collocata in una regione “svantaggiata” del Mezzogiorno con una percentuale di disoccupazione più alta della media nazionale e ben poche aziende disposte ad investire nei giovani laureati (spesso anche per mancanza di accesso al credito) secondo i criteri adottati dal Miur risulta – e risulterà – sempre “inadempiente”.

Per questo fioccano le polemiche e non mancano le rettifiche di molti rettori a capo di atenei “bocciati” e di addetti ai lavori che tengono a puntualizzare: è giusto dare risorse in base al merito, ma occorre valutare “caso per caso” e tenere in debita considerazione molteplici fattori. Un po’ come nel golf: soltanto grazie allo strumento dell’handicap è possibile “giocarsela alla pari” con qualsiasi altro giocatore. Altrimenti chi parte in vantaggio vincerà sempre: i forti andranno sempre “in buca”, dunque sempre più in alto; gli atenei “ricchi” di mezzi e di rapporti saranno sempre più finanziati. E viceversa, dando vita a un circolo vizioso più che virtuoso.

Questa la classifica diffusa dal Miur. Accanto al nome dell’ateneo è riportata la percentuale di finanziamenti che saranno ricevuti – in più o in meno – in base ai nuovi criteri individuati dai tecnici ministeriali:

– Trento +10,69%
– Politecnico di Torino +5,22%
– Politecnico di Milano +4,14%
– Bergamo +2,82%
– Genova +2,52%
– Milano-Bicocca +2,51%
– Roma “Foro Italico” +2,35%
– Torino +2,18%
– Udine +1,95%
– Tuscia (Viterbo) +1,80%
– Statale di Milano +1,69%
– Venezia “Ca’ Foscari” +1,65%
– “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara +1,50%
– Padova +1,37%
– Insubria (Como-Varese) +1,36%
– Alma Mater di Bologna +1,33%
– Roma “Tor Vergata” +1,28%
– Ferrara +1,12%
– Calabria (Cosenza/Rende) +1,09%
– Modena-Reggio Emilia +1,05%
– Politecnica delle Marche (Ancona) +1,01%
– Pisa +0,99%
– Piemonte Orientale (Vercelli) +0,79%
– Sannio (Benevento) +0,75%
– Pavia +0,33%
– Verona +0,31%
– Politecnico di Bari +0,26%

– Brescia -0,39%
– Perugia -0,56%
– Roma Tre -0,79%
– Parma -0,91%
– Mediterranea (Reggio Calabria) -1,06%
– Salerno -1,06%
– Salento (Lecce) -1,16%
– Iuav (Venezia) -1,34%
– Catanzaro -1,42%
– “Federico II” di Napoli -1,52%
– Catania -1,60%
– Bari -1,94%
– “Parthenope” di Napoli -2,03%
– Cagliari -2,08%
– Sapienza di Roma -2,11%
– Teramo -2,17%
– Cassino -2,21%
– Molise -2,29%
– Camerino -2,42%
– “L’Orientale” di Napoli -2,50%
– “Seconda Università” di Napoli -2,82%
– Basilicata (Potenza) -2,90%
– Sassari -2,95%
– Messina -3%
– Palermo -3%
– Foggia -3%
– Macerata -3%

Manuel Massimo

Leggi anche:

Profumo e Mastrapasqua, nuovo accordo su banche da...  Mancano poche ore alla firma della convenzione tra il Miur e l’Inps, che consentirà di mettere a sistema le banche dati di scuola e università con qu...
Palermo a dieta, stretta sui corsi L’offerta didattica dell’Università di Palermo, dal prossimo anno accademico 2009-2010, si adeguerà ai dettami contenuti nel decreto ministeriale 270 ...
Miur, la scuola si rinnova con l’Agenda Digitale Nonostante la difficile situazione che il Paese sta vivendo, il Ministero dell’Istruzione sta puntando ad un processo di modernizzazione, attraverso l...
Pomodoro nero, elisir di giovinezza Dentro si tratta di un pomodoro a tutti gli effetti, ma fuori - quando matura - la sua buccia assume una colorazione viola tendente al nero, grazie al...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1