Post laurea? Ora c’è il coach

luglio 28th, 2009

coachingokkk.jpgPer entrarci ci vuole preparazione, buona volontà e costanza. Ma dopo la laurea si rischia di non essere più in forma e di aver perso qualche “colpo” per la strada. Eppure il mercato del lavoro li cerca forti, brillanti e “in forma”. Ecco allora che entra in campo il coach, un allenatore personalizzato per guidare il neolaureato nel mondo del lavoro.

Tra crisi e precarietà, ma anche nuove opportunità e dinamicità delle professioni, molti neo-laureati decidono di affidarsi a un “personal training” per orientarsi ed essere supportati nel loro ingresso nel mondo del lavoro. A sostenerlo, in una situazione che vede genitori e professori lontani dai nuovi scenari dell’occupazione, è Life Coach Italy.

“Il coach può aiutare la persona a chiarire e a ridisegnare i suoi sogni, le sue aspirazioni – dichiara Giovanna Giuffredi, Life, Corporate e Businsess Coach responsabile di Life Coach Italy- e ad affrontare sfide e ostacoli, con l’obiettivo di aumentare la propria consapevolezza rispetto alle capacità e alle potenzialità di cui si dispone. Il coaching, infatti, è un progetto di crescita mirato, con traguardi specifici, che facilita il cambiamento, attraverso un percorso autorigenerativo”.

Ma quanti sono realmente gli studenti che si rivolgono al coach? “Nell’ultimo anno – spiega Irene Morrione, coach di Amc Services, società di consulenza e formazione – abbiamo avuto una richiesta crescente sia di corsi per l’orientamento professionale sia di career coaching. Di solito, i ragazzi prima di venire da noi si rivolgono ai genitori per avere indicazioni e supporto. Questi, però, hanno spesso aspettative sui figli lontane dalla realtà lavorativa attuale: per molti genitori, il posto fisso è ancora l’unico desiderabile”. “Ciò che funziona nel coaching invece – continua Irene Morrione – è proprio la fiducia che ogni persona possa definire i propri obiettivi e abbia dentro di sé tutte le risorse per raggiungerli. Il coach non si sostituisce alla persona nella ricerca del lavoro, ma fa in modo che questa attivi tutte le sue risorse per trovarlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1