Premio internazionale di Giornalismo Maria Grazia Cutuli

settembre 13th, 2010

Scade il 28 settembre 2010, la domanda di partecipazione al premio Maria Grazia Cutuli 2010.

Maria Grazia Cutuli, siciliana trapiantata a Milano, di casa nel mondo, aveva 39 anni il 19 novembre 2001 quando fu uccisa in un agguato in Afghanistan, lungo la strada tra Jalalabad e Kabul.  Il giorno prima il Corriere della Sera aveva pubblicato un suo reportage, uno scoop, su un deposito di gas nervino in una base abbandonata dai terroristi di Al Qaeda, l’ultimo di una lunga serie di coraggiosi articoli che Maria Grazia aveva scritto da una delle zone più turbolente del momento.

Il bando prevede sei sezioni, di cui tre riservate a giornalisti (stampa estera, stampa italiana, giornalisti siciliani emergenti) e tre dedicate alle migliori tesi di laurea (triennale  e specialistica) e dottorato.

Le tesi devono trattare temi riguardanti l’informazione e devono essere state discusse nell’ultimo biennio nelle università italiane e, per il dottorato, nei Paesi dell’Unione Europea.

Dovranno pervenire entro il 3 ottobre 2010  alla segreteria del Premio, presso il Comune di Santa Venerina (Catania), Ufficio Cultura, Piazza Regina Elena, 22.

I premi delle sezioni giornalistiche saranno di 5 mila euro per la stampa estera, 5 mila euro per la stampa italiana e 2.500 euro per il giornalista siciliano emergente. Alle migliori tesi di laurea (triennale e specialistica) andranno 1.000 euro ciascuna, mentre per la tesi di dottorato il premio sarà di 2.000 euro. Agli autori delle tesi vincitrici e di quelle segnalate dalla giuria verrà offerta dal Corriere della Sera la possibilità di effettuare uno stage nelle sue redazioni.

Il Premio si avvale dell’alto patronato del Presidente della Repubblica. La giuria sarà nominata entro il mese di settembre e sarà composta da 11 membri scelti tra esponenti del mondo del giornalismo, della cultura e dell’Università.

La cerimonia conclusiva della quinta edizione è in programma per il 21 novembre 2010 Le passate edizioni hanno visto tra i vincitori la scrittrice norvegese Ǻsne Seierstad, la giornalista turca Elif Shafak, la russa Julia Latynina, l’editorialista israeliano Nahum Barnea. E poi ancora Alessio Vinci, Giovanna Botteri, Maria Cuffaro, Lirio Abbate, Monica Maggioni.

Per visualizzare il bando del premio, cliccare il comunicato della Fondazione Maria Grazia Cutoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1