L’Orientale: è caos

febbraio 11th, 2011

A distanza di due settimane dagli scontri tra la polizia e il gruppo Z.E.R.081, spuntano fuori alcune novità. Alfredo Barillari, Presidente dell’associazione L’Orientale05 ha dichiarato: “Tra polizia, gruppo di occupanti e Rettore siamo noi quelli che hanno subito violenze materiali e anche psicologiche”.

Una storia che continua ad infittirsi quella de L’Orientale, dove ogni giorno qualcuno racconta la sua personale esperienza di quella mattina. Dario Di Stefano, rappresentate degli studenti in seno al consiglio d’ateneo ha raccontato a noi del Corriere dell’Università: “Io, in accordo con tutti i membri de L’Orientale05, sono contro ogni tipo di violenza: sia quella della polizia che è intervenuta in ateneo, sia quella degli occupanti”. Dario sembra proprio rispondere a Giovanni Pagano di Z.E.R.081 che più volte ci aveva fatto presente il forte distacco del Consiglio degli Studenti dell’ateneo sulla questione. “Quelli di Z.E.R.081 hanno distrutto l’aula della nostra associazione, questa è violenza gratuita nei confronti di altri studenti” ha spiegato Dario.

Anche Alfredo si è schierato nel mezzo, dice di non condividere nessuna delle scelte di questi giorni ma ha precisato: “Se questi avvenimenti si fossero verificati sei anni fa, forse avrei potuto comprendere in qualche modo l’azione intrapresa dal gruppo. Ma oggi, con un finanziamento sicuro di 800.000 euro per la realizzazione di aule studio, che motivo c’è di occupare?”. Ricordiamo, infatti, che l’ateneo ha ottenuto dei fondi dalla Regione Campania proprio per adibire quei locali a spazi per studenti. “L’aula di L’Orientale05 è stata distrutta! Noi siamo stati autorizzati dall’ateneo a gestirla e ogni giorno davamo informazioni sui temi più svariati come l’erasmus o le tasse e inoltre, attraverso un giornale da noi gestito, davamo la possibilità a oltre 50 studenti di conseguire il tesserino da pubblicista grazie alla registrazione che facemmo presso il tribunale. Tutto ciò ora non è più possibile! Una violenza materiale ma soprattutto psicologica per tutti noi del gruppo” ha spiegato Alfredo.

Anche Alfredo, come il Magnifico Rettore Lida Viganoni, ha dichiarato: “Io quella mattina c’ero e posso confermare quanto ha detto il Rettore. Molti di coloro che si sono scontrati con la polizia erano esterni all’ateneo. Ragazzini di quindici o sedici anni non sono di certo studenti de L’Orientale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1