Youth on the move a Firenze: un mondo di opportunità per i giovani

maggio 6th, 2011

La Commissione europea, in occasione del Festival d’Europa a Firenze dal 6 al 10 maggio 2011 presenta nel dettaglio il programma europeo Youth on the Move, rivolto a rafforzare l’istruzione, incoraggiando lo studio e la formazione all’estero e a diminuire il livelllo di dissocupazione. Il 6 maggio Androulla Vassiliou, Commissario europeo responsabile per l’istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, inaugurerà nel centro cittadino una tenda “Youth on the Move” della superficie di 200 metri quadrati, essa costituirà il punto focale per le attività di informazione e di sensibilizzazione sui vantaggi dello studio, della formazione e del volontariato all’estero.

Da studi indipendenti emerge che questa esperienza può accrescere l’occupabilità. Il 9 maggio il Commissario presenterà un’importante conferenza sull’Europa dopo il trattato di Lisbona che sarà aperta dal presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, e dal presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek.

Il programma Youth on the Move è un elemento centrale del “Festival dell’Europa” organizzato dall’Istituto universitario europeo e dalle autorità locali di Firenze. La tenda Youth on the Move, eretta nella storica Piazza della Signoria, costituirà un punto d’incontro per i giovani che potranno ricevere informazioni di prima mano dagli studenti che hanno già trascorso un periodo di studio, di formazione o di volontariato all’estero con il sostegno di programmi finanziati dall’UE quali Erasmus e Youth in Action (Gioventù in azione).

Tra i partecipanti vi saranno due degli “ambasciatori” italiani di Youth on the Move – Paola Romagnani, una ricercatrice di chiara fama nel campo della biomedicina, e Selene Biffi, fondatrice del gruppo Youth Action for Change.

“Youth on the Move è al centro della strategia della Commissione europea per i giovani: “La mobilità dell’apprendimento è un modo privilegiato per acquisire competenze ed esperienze preziose. Essa accresce l’adattabilità delle persone, oltre alle loro capacità comunicative e interculturali. Si tratta inoltre di un’occasione ideale per imparare a parlare in un’altra lingua senza impaccio” sostiene il Commissario Vassiliou.

Youth on the Move è una delle sette iniziative faro della strategia “l’Europa 2020” che si prefigge di promuovere l’occupazione e la crescita sostenibile. Al di là della mobilità dell’apprendimento, Youth on the Move promuove la modernizzazione dell’istruzione superiore e contempla di introdurre un sistema europeo di prestiti agli studenti al fine di incoraggiare la mobilità transnazionale degli studenti a livello di master che spesso ricevono poco o punto sostegno finanziario.

Prossimi passi

L’evento di Youth on the Move che si tiene a Firenze rientra nella campagna pan-europea che ha già visto la partecipazione di migliaia di giovani a eventi analoghi in Ungheria, Francia, Germania e Polonia.

La prossima tappa in “trasferta” di Youth on the Move sarà Anversa, Belgio, il 17 maggio 2011. Il presidente della Commissione José Manuel Barroso e il Commissario Vassiliou parteciperanno a un dibattito con i giovani e con esperti di questioni giovanili nel contesto della settimana europea dei giovani 2011.

Il presidente Barroso consegnerà i premi per i progetti del servizio volontario europeo sostenuti dal programma Youth in Action e il Commissario Vassiliou illustrerà i risultati della nuova indagine Eurobarometro sulla gioventù e l’istruzione.

Il 19 maggio 2011, in occasione del Consiglio “Istruzione, cultura e gioventù” che si terrà a Bruxelles i ministri dell’UE dovrebbero approvare una raccomandazione politica volta a rimuovere gli ostacoli alla mobilità nell’apprendimento.

In autunno la Commissione presenterà un’agenda di riforma aggiornata dell’UE in tema di istruzione superiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1