Non vi pago, non mi vendo

novembre 17th, 2011

Ieri, 16 Novembre 2011, abbiamo portato a casa un risultato, facendo  saltare, come avevamo annunciato, l’incontro con le aziende a lettere  e filosofia. Sull’impianto teorico della giornata ci eravamo già espressi, dicendo che la sfilata di imprese del ramo finanziario-gestionale, e la ridicola presenza di decathlon e seat pagine gialle, puntava a costruire l’ennesima passerella di precarizzatori dentro l’ateneo.

Il risultato più grande, però, è stato trasformare la vetrina pubblicitaria di manager d’azienda in un’assemblea pubblica che ha coinvolto decine di studenti e studentesse, di ricercatori e docenti.

Assemblea che ha preso parola sui livelli di precarietà diffusa e sui meccanismi di mercificazione dei saperi, e che per oltre tre ore ha discusso di lavoro, università, crisi, ricerca, welfare, rivendicando ogni volta il punto di vista di chi subisce la precarietà contro gli  spot d’impresa che oggi Roma Tre voleva realizzare.

Dopo l’assemblea di ieri sulle forme di autorganizzazione sui posti di lavoro, nei territori e nelle università, e dopo l’occupazione, la facoltà si è risvegliata con la processione a san precario nei corridoi di lettere, e con le barricate simboliche che sbarravano la  strada a chi pensava di raccogliere curricula e fare la spesa di  manodopera sottopagata.

Al rettore Fabiani diciamo che non abbiamo bisogno delle sue iniziative e che, se ritiene, può andare egli stesso a lavorare con contratto a progetto in un negozio di articoli sportivi o in un call center a 4 euro all’ora. Noi, invece che scrivere curricula, preferiamo sin da subito  rilanciare i nostri percorsi dal basso, iniziando a costruire una  grande assemblea di ateneo sui temi della precarietà e mantenendo vivi gli spazi di conflitto dentro e fuori l’università.  NON VI PAGO, NON MI VENDO

retelettere – lettere e filosofia roma tre

facebook – retelettere roma tre
inforetelettere@autistici.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1