Cultura e identità nazionale

dicembre 9th, 2011

Napoli è la tappa conclusiva del ciclo di incontri organizzato dall’Accademia dei Lincei dedicato al 150° anniversario dell’Unità d’Italia. “Le Accademie Nazionali e la Storia d’Italia” è il titolo della due giorni napoletana del 9 e 10 dicembre nella sede della Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti.

Ospite d’onore della prima giornata, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che già lo scorso 12 febbraio 2010 aveva inaugurato il ciclo proprio all’Accademia dei Lincei. Presenti alla giornata inaugurale le massime autorità politiche, militari ed accademiche del territorio. Ad accogliere il Presidente tra lo scroscio di applausi di studenti e semplici curiosi: il Governatore Caldoro, il Sindaco de Magistris, il Vicepresidente della Provincia Gennaro Ferrara ed il Rettore dell’Università Federico II Massimo Marelli.

Il convegno interpreta la volontà comune di individuare i nuclei e i punti di forza che meglio hanno rappresentato il ruolo svolto delle principali Accademie italiane. In particolar modo: la preparazione intellettuale del moto di unificazione nazionale, l’opera di mediazione con la cultura di alcuni Paesi europei talvolta dominatori in alcune regioni italiane, il consolidamento di quella identità dopo l’unificazione politica per conseguire quella che Francesco De Sanctis chiamò “l’assimilazione” della nazione nello Stato.

Un momento, quindi, in cui suggerire idee per dipingere un nuovo ruolo delle università, degli istituti di ricerca e delle Accademie sulla scia di quella forza già dimostrata che ha reso possibile rafforzare l’identità nazionale nella speranza di riuscire a consolidare ugualmente anche una nuova identità statale.

Le Accademie nazionali coinvolte sono: l’Accademia delle Scienze di Torino, l’Istituto Lombardo, l’Istituto Veneto, l’Accademia della Crusca e l’Accademia della Colombaria, l’Accademia dei Lincei, l’Accademia Pontaniana e la Società Nazionale di Scienze, Lettere a Arti in Napoli, l’Accademia delle Scienze di Palermo e l’ Accademia Nazionale delle Scienze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1