Expo 2015: al via la nona sessione per il Tavolo Giovani

dicembre 5th, 2012

Nona sessione per il Tavolo Giovani, riunitosi a Palazzo Affari ai Giureconsulti alla presenza di Bruno Ermolli, presidente di Promos, Cristina Tajani, assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico e Università del Comune di Milano, Danilo Maiocchi, direttore centrale Programmazione integrata Regione Lombardia, Valerio Zingarelli, direttore Technologies & Technical Services Expo 2015, Andrea Costa, direttore progetto Expo, Telecom Italia.

Il Tavolo Giovani rientra nel progetto degli 8 Tavoli Tematici per Expo2015, ideati dalla Camera di Commercio di Milano con l’obiettivo di promuovere piani di lavoro imprenditoriali in vista del grande appuntamento del 2015 su otto differenti ambiti: Giovani, Accoglienza e Ricettività, Infrastrutture, Energia e Ambiente, Agroalimentare, Salute, Arte e Cultura, Solidarietà e no profit.

“Il nostro obiettivo è quello di mettere a servizio del sistema economico e delle istituzioni un piattaforma comune, per supportare la nascita di nuovi business e lo sviluppo di quelli esistenti” ha commentato Bruno Ermolli, membro della Giunta della Camera di Commercio di Milano e Coordinatore dei Tavoli.

Proprio alle Start Up è rivolto l’intervento del Comune di Milano presentato dall’Assessore Cristina Tajani, che ha illustrato il progetto “Milano Smart City”. L’obiettivo del piano di lavoro messo a punto dal Comune di Milano è rendere il capoluogo lombardo la più grande smart city del Paese, con interventi legati all’accessibilità dei dati on line per tutti i cittadini, supporto alle start-up e agli incubatori, uniti a sistemi di trasporto più sostenibili e interventi di riqualificazione energetica.

Una sessione del Tavolo Giovani è stato inoltre dedicato alla Regione Lombardia; Danilo Maiocchi, direttore centrale della programmazione della Regione Lombardia ha presentato un aggiornamento dei lavori del Tavolo Lombardia in vista dell’Esposizione Universale del 2015, con particolare riferimento al ruolo di coordinamento sui temi relativi al Turismo, Ricettività e Cultura.

Valerio Zingarelli, CTO Expo 2015,  e Andrea Costa, Direttore Progetto Expo Telecom Italia, hanno infine presentato il “Progetto ChangeMakers – Expo 2015 a supporto delle giovani imprese”, un programma di accelerazione di impresa legato alle sfide dell’Esposizione Universale del 2015, che vede la collaborazione di Expo 2015 e del suo Official Global Partner Telecom Italia.

Grazie a questa iniziativa i migliori dieci progetti presentati da giovani talenti under 30 verranno inseriti in un percorso gratuito di accompagnamento manageriale che si terrà a Milano tra marzo e aprile 2013. Alla fine del periodo di accelerazione i progetti più innovativi saranno presentati a potenziali investitori e partner aziendali in grado di garantirne una piena implementazione.

Il focus della sessione di lavoro al Tavolo Giovani è stato rappresentato dalla presentazione, da parte degli oltre 50 imprenditori presenti, che hanno illustrato alle istituzioni e ai potenziali investitori le idee di business alla base delle proprie start up.

Ad oggi i Tavoli Tematici hanno coinvolto ben 650 partecipanti, raccogliendo complessivamente 234 proposte progettuali (105 nuovi progetti solo nel 2012) da parte di imprenditori, costruttori, commercianti, medici, operatori sanitari, agricoltori, esponenti della cultura e dell’editoria, giovani manager.  A partire dalle 234 proposte, la Camera di Commercio di Milano ha attivato da febbraio 2012 una procedura di analisi della finanziabilità di 30 iniziative progettuali (start-up), 10 delle quali hanno già potuto stringere accordi di partnership grazie al supporto dei Tavoli Tematici.

SELEZIONE DI START-UP SUPPORTATE DAL TAVOLO GIOVANI

 

1. Keepod  (Settore: ICT) Card che permette di digitalizzare e semplificare la fruizione di alcuni servizi dedicati all’Educazione (es. librerie digitali per le scuole), alla Sanità (cartelle cliniche digitali e in rete), all’Inclusione Digitale.

2. Eat2 (Settore: Ristorazione) Primo progetto di prenotazione last minute dei tavoli rimasti vuoti nei ristoranti: incontra l’interesse dei ristoratori e offre una possibilità dei consumatori di usufruire di prezzi minori.

 

3. Ostello Bello (Settore: Accoglienza e Ricettività) Primo prototipo di ospitalità low cost, di alta qualità, affittando uno stabile nel pieno centro Milano; l’obiettivo è quello di poter replicare il successo già ottenuto con la prima struttura.

 

4. Wineamore (Settore: Agricoltura – Ristorazione) Applicazione IPad per una carta dei vini digitale presso i ristoranti. Permette l’inserimento di testi multilingue aggiornati sui prodotti, sia da parte del ristoratore che dell’azienda produttrice stessa, diventando così anche strumento di comunicazione e marketing.

 

5. Qurami (Settore: ICT) Prenotazione del proprio posto in una fila di attesa presso qualunque sportello a Milano, conoscendo il tempo di attesa reale attraverso una notifica all’avvicinarsi del proprio turno. La società ha già stipulato accordi con università italiane, sia pubbliche che private.

 

6. Presso (Settore: Design e Arredo) Allestimento di showroom sul territorio italiano per l’esposizione di mobili o accessori; peculiarità di tali strutture è l’essere allocate gratuitamente per cene o incontri, rendendo quindi i materiali in esposizione fruiti in un contesto reale.

 

7. Ondamove (Settore: ICT) Offerta di servizi informativi sulle attività commerciali presenti nelle città italiane, in modo da permettere una migliore organizzazione delle occasioni di svago e divertimento.

 

8. Nomesia (Settore: Consulenza e Marketing) Strumento di crescita commerciale attraverso la veicolazione di “lead”, ovvero contatti commerciali profilati attraverso soluzioni di web marketing.

 

9. MoneyFarm (Settore: Finanza) Proposta di strumenti di supporto delle esigenze finanziarie dei risparmiatori privati, offrendo un servizio di consulenza personale basato sulla finanza comportamentale ed una piattaforma che dà la possibilità di monitorare gli investimenti.

 

10. Homply (Settore: Intermediazione immobiliare) Monitoraggio e profilazione  dei comportamenti di acquisto nel settore Real Estate. Il modello di business si basa sulla vendita dei dati profilati agli intermediari immobiliari.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1