Germania, all’Università di Lipsia verrà usata solo la versione femminile per i prof

giugno 6th, 2013

Università Lipsia

All’Università di Lipsia verrà usata la versione femminile quando ci si rivolgerà ai docenti in generale. E’ questa la decisione assunta dall’Ateneo, per cui in tutti i documenti e in ogni canale di comunicazione dovranno essere usati i termini ‘Professorinnen’ (professoresse), ‘Wissenschaftlerinnen’ (ricercatrici) e ‘Doktorandinnen’ (dottorande).

Una nota precisa esplicitamente che la regola vale anche per gli uomini, in tal caso la qualifica verrà preceduta da “Herr” (signor). Stando a quanto raccontato dallo Spiegel online, l’idea era stata lanciata dal docente di fisica Josef Kas, come una provocazione a fronte delle animate discussioni sul linguaggio di genere.

Ma, il Senato accademico lo ha preso sul serio, votando a favore dell’iniziativa. La “Preside” dell’Università, Beate Schuecking, ha approvato la modifica all’inizio di maggio. La nuova regola, che dovrebbe entrare in vigore nei prossimi mesi, non avrà vita facile, stando per lo meno alle reazioni che ha avuto la sua pubblicazione sulla rivista universitaria “duz”.

“Abbiamo ricevuto anche mail oscene”, ha spiegato allo Spiegel Online il responsabile per le pari opportunità dell’Università di Lipsia, una delle più antiche della Germania. “Non mi aspettavo reazioni così vivaci – ha riconosciuto ‘die Rektorin’ – ma non credo che il Senato accademico tornerà sui suoi passi”.

One Comment

  1. Remo says:

    Capisco la declinazione al femminile dei nomi professionali, IL modificare il genere di TUTTI (maschi compresi) che c’azzecca col rispetto per le donne?
    E ora che le femministe e i femministi coi loro vetero pensieri vadano a farsi un po’ di sano sesso invece di complicare la vita con menate del genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1