Specializzazioni mediche Il Consiglio di Stato ammette 300 ricorrenti

marzo 27th, 2015
Specializzazioni mediche Il Consiglio di Stato ammette 300 ricorrenti
PRIMO PIANO
0

Il Consiglio di Stato ha accolto cinque ricorsi collettivi per 300 ricorrenti, nell’ambito del maxi ricorso dovuto alle irregolarità del concorso per l’ingresso nelle scuole di specializzazioni mediche. Il tribunale d’appello ha così accolto l’istanza di sospensiva, e stabilito l’ammissione temporanea e in sovrannumero dei ricorrenti, in attesa della decisione di merito. Ora tutti quelli che nei giorni scorsi avevano visto la loro domanda respinta dal Tar del Lazio, potranno ricorrere in appello al Consiglio di Stato e chiedere di essere ammessi in anche loro in sovrannumero.

L’azione, promossa dalla Fp-Cgil Medici e portata avanti dagli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, è stata accolta “prendendo atto che i provvedimenti ministeriali recano un danno grave e irreparabile. E va oltre: le loro istanze devono essere accolte immediatamente, con ammissione alle scuole di specializzazione” confermano i legali degli studenti.

“Una prima vittoria sindacale – dice Massimo Cozza, segretario nazionale della Fp Cgil Medici – per il diritto alla formazione specialistica dei giovani medici, senza trucchi ed irregolarità. Andremo avanti per veder riconosciuti i diritti di tutti i ricorrenti. Il Governo e il Ministro Giannini si attivino da subito per garantire che un simile pasticcio non si verifichi in futuro. Prevedano un numero idoneo di borse di studio e un sistema di selezione e quo e trasparente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1