Il decalogo della matricola

maggio 10th, 2016
Il decalogo della matricola
News
0
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 StumbleUpon 0 Pin It Share 0 Email 0 Filament.io 0 Flares ×

La transizione dalla vita scolastica alla vita accademica richiede pazienza nella gestione del cambiamento, ma al tempo stesso, capacità di reazione rispetto alle novità, particolarmente articolate della realtà universitaria. La gestione del tuo progetto “Studio cosa-divento chi” rivolto alla costruzione della tua identità formativo-professionale deve abbracciare ogni piega del mondo universitario: lezioni, logistica, burocrazia, rapporto con colleghi e docenti, con le segreterie e, se è necessario, con il presidente del tuo corso di studi. Le relazioni che si instaurano con le segreterie, gli uffici di orientamento, gli spazi universitari di aggregazione (aule-biblioteche-mense-aree all’aperto), ci consentono di familiarizzare in modo concreto con il nuovo ambiente. Comprenderne i meccanismi rinvigorisce le tue capacità di organizzazione e comprensione delle dinamiche esterne alla sfera prettamente personale. Inoltre, ti renderà maggiormente recettivo, perspicace e proattivo. La transizione dalla vita scolastica alla vita accademica richiede pazienza nella gestione del cambiamento, ma al tempo stesso, capacità di reazione rispetto alle novità, particolarmente articolate della realtà universitaria. La matricola in azione ha davanti a sé solo vie in salita, basta impararea conoscere l’ecosistema di riferimento. Partiamo dal sito: Ateneo che vai, sito che trovi. Ogni ateneo può presentare una veste grafica diversa, con menu collocati in modo personalizzato. Ad una prima lettura: individua subito la voce offerta formativa o didattica, piani di studi e anno accademico. All’interno dell’offerta formativa o didattica, potrai consultare le tipologie di laurea che ti interessano: laurea (laurea triennale), laurea magistrale a ciclo unico.

Decalogo della matricola:
1) Probabilmente troverai aule molto affollate: non ti disperdere.
Individua il tuo posto e partecipa alla lezione
2) Concentrati durante la lezione e se non capisci, chiedi spiegazione
al professore. È un tuo diritto. Sfruttalo!
3) Trova il tuo ritmo di frequenza e studio: non se più a scuola:
impara a gestire i tempi e organizzati!
4) Identifica il tuo metodo di studio e un posto dove studiare
5) Non isolarti, crea una comunità di scambio culturale con docenti
e colleghi universitari
6) Non perdere mai l’obiettivo di apprendere e formarti
7) Segui le materie con cognizione, fai tutte le domande che ritieni
necessarie
8) Contestualizza quello che studi. Nessuna disciplina è avulsa dal
resto della conoscenza
9) Non concentrare tutti gli esami in un’unica sessione
10) Concilia lo studio con i tuoi interessi ed hobby

 
 

 

 

L’ACCESSO AI CORSI DI LAUREA

COME AFFRONTARE I TEST D’INGRESSO

L’ABC DELLE MATRICOLE

IL DECALOGO DELLE MATRICOLE

TUTTI I SEGRETI PER SUPERARE UN ESAME

COME FUNZIONANO STAGE E TIROCINI

NON SOLO ESAMI: LA VITA IN ATENEO

 

 

 

Leggi anche:

ARCHITETTURA N.B. Il corso di laurea a ciclo unico quinquennale prevede un test d’ingresso a livello nazionale, in cui, cioè, il numero di accesso è stabilità dal ...
Roma Tre, applausi per Saviano “Vedere i vostri volti è bellissimo”. Roberto Saviano ha esordito così – ieri pomeriggio - davanti alla platea dell’Aula Magna della facoltà di Letter...
L’Udu contro la lotteria dei test «Riparte la lotteria del test d'ingresso ai corsi a numero chiuso». È quanto afferma l'Unione degli Universitari lamentando che «ad una settimana dal ...
Guida alla scelta della facoltà Ingegneria I consigli dei docenti per affrontare al meglio il proprio percorso di studi. Nella nostra Guida in edicola: tutti i corsi di laurea, le città dove st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 StumbleUpon 0 Pin It Share 0 Email 0 Filament.io 0 Flares ×