Lauree professionalizzanti rinviate, l’Udu: atto di responsabilità della ministra Fedeli

gennaio 17th, 2017
Lauree professionalizzanti rinviate, l’Udu: atto di responsabilità della ministra Fedeli
Università
0
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 StumbleUpon 0 Pin It Share 0 Email 0 Filament.io 0 Flares ×

La scelta della neoministra Valeria Fedeli di rimandare di un anno l’introduzione delle lauree professionalizzanti è stata accolta con apprezzamento dagli studenti che in qualche modo offrono un segnale per l’apertura del ministero verso le loro istanze. Ricordiamo che la ministra appena insediata aveva incontrato per primi sindacati e studenti a significare un’inversione di tendenza rispetto al passato.

La Fedeli ha deciso di nominare una cabina di regia per armonizzare le lauree cosiddette professionalizzanti con gli ITS al fine di distinguere bene i contenuti e le funzioni di ciascun corso e non alimentare duplicazioni o sovrapposizioni

Elisa Marchetti, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Universitari: “Non possiamo che accogliere positivamente questa notizia. Dopo il colpo di coda dell’ex Ministro, che aveva approvato il decreto contenente anche le disposizioni sulle lauree professionalizzanti nell’ultimo giorno del suo mandato, lo slittamento di questo provvedimento rappresenta un atto di responsabilità del nuovo Ministro. Siamo stati, come UDU, i primi a denunciare che questo nuovo tipo di percorso non poteva partire senza che prima vi fosse stato un confronto con noi studenti, e per questo, anche in considerazione delle moltissime criticità relative ai contenuti del provvedimento, abbiamo chiesto fin dal primo istante il ritiro della misura.”

Continua Marchetti: “Non siamo contrari all’istituzione delle lauree professionalizzanti, anzi, siamo i primi a dire che in Italia c’è necessità di sviluppare una formazione terziaria professionalizzante, ma chiediamo che questi corsi siano strutturati in modo da garantire accessibilità, qualità dell’offerta formativa e la tutela dei diritti degli studenti che svolgeranno attività di tirocinio. Devono essere delineati in modo chiaro gli obiettivi e il contesto in cui questi nuovi percorsi andranno ad inserirsi, per migliorare veramente l’offerta formativa ed evitare sovrapposizioni con i tipi di percorsi già previsti, come gli ITS. Per questo ribadiamo, come fatto anche attraverso una mozione presentata dal gruppo UDU in CNSU, la necessità di coinvolgere gli studenti nella definizione di questi percorsi, a partire dall’annunciata cabina di regia per il coordinamento dell’offerta formativa degli ITS e delle lauree professionalizzanti.”

Conclude la coordinatrice dell’UDU: “Con il rinvio delle lauree professionalizzanti la Ministra Fedeli ha senza dubbio dato un segnale molto positivo. Ora chiediamo che continui nella giusta direzione coinvolgendoci e revisionando profondamente i contenuti del provvedimento”.

Leggi anche:

Sassari, finanziamento record per l’Erasmus ... Quando le buone pratiche pagano, accade come all'Universita' di Sassari che grazie agli ottimi risultati in campo mobilità internazionale, ha ottenuto...
Ricerca: stipendi legati ai risultati Il “Piano Gelmini” per il rilancio della Ricerca Italiana parte dalla meritocrazia: la distribuzione dei fondi dovrà essere fatta in base a rigorosi c...
Concorsone, ecco quando verranno pubblicati i band... Due domande in inglese, come voleva il ministro Giannini. Ma con l'opzione delle crocette e con un punteggio inferiore rispetto a quello degli altri...
Professione ricercatore…anche d’estate Alessandro Arienzo. Gianfranco Bocchinfuso. Blasco Morozzo della Rocca. Professione: ricercatori universitari, prestatori di dotta opera in grandi ate...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 StumbleUpon 0 Pin It Share 0 Email 0 Filament.io 0 Flares ×