Un anno senza Giulio Regeni. Elena cattaneo: non c’è libertà senza ricerca

gennaio 29th, 2017
Un anno senza Giulio Regeni. Elena cattaneo: non c’è libertà senza ricerca
Ricerca
0

“Corre un brivido lungo la schiena ad ascoltare le parole pronunciate da Giulio Regeni nel video registrato dal capo degli ambulanti del Cairo, per conto del servizio di sicurezza nazionale egiziano. Ma si prova anche un sentimento di orgoglio morale nel sentirsi, come ricercatori e colleghi di Giulio, partecipi dei valori di onestà, indipendenza e libertà che egli ha difeso”. Questo l’incipit dell’intervista rilasciata dalla senatrice a vita Elena Cattaneo, a un anno dalla scomparsa di Giulio Regeni, che trovate nella versione integrale sul supplemento culturale “Domenica” del Sole 24 Ore.

“Le università – afferma la Senatrice Cattaneo – hanno il dovere di proteggere gli studenti che fanno ricerca sul campo, anche nell’interesse di tutti noi, per fornirci meccanismi e metodi utili a comprendere dinamiche e scenari che altrimenti ci resterebbero ignoti benché potenzialmente in grado di influenzare il nostro futuro. Soprattutto sarebbe necessario che i paesi che traggono benefici da queste ricerche, cioè i nostri paesi liberi, diano dei segnali chiari, intransigenti, a quelli dove le libertà fondamentali latitano o vengono seppellite sotto migliaia di cadaveri. In questo caso il segnale è l’individuazione dei responsabili, a qualunque livello, e una esemplare sanzione giudiziaria”.

Sulle pagine dell’inserto domenicale, la Professoressa Cattaneo ricorda l’impegno di magistratura e governo ribadito qualche giorno fa dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni affinché si giunga, finalmente, alla verità su quanto accaduto. “Un impegno – sottolinea la Cattaneo – necessario per rendere giustizia alla memoria di Giulio, ai suoi familiari esposti per sempre alla sopportazione di un dolore disumano, alla dignità e all’autonomia della ricerca accademica e al riconoscimento dei diritti fondamentali della persona”.

“La ricerca accademica è stata uno dei fattori propulsivi per la conquista delle libertà civili – ricorda la Senatrice a vita Elena Cattaneo – un fatto che persino nel nostro Paese si tende a dimenticare e a non alimentare come si dovrebbe. Non ci può essere alcun limite alla libertà degli studiosi di studiare. Non ci può essere alcun timore nel perseguire la conoscenza”.

Leggi anche:

Rusciano: “Valorizzare il Polo” Il Polo delle Scienze Umane e Sociali della Federico II di Napoli dopo la nomina a Rettore di Massimo Marrelli non ha più un Presidente. E infatti, co...
Toscana, una legge per la Ricerca La legge sulla Ricerca, la prima regionale su questa materia dagli Anni Settanta, è stata approvata in questi giorni dal Consiglio Regionale della Tos...
“Caro ministro, legga le nostre storie”... In principio fu la DIS-COLL. Nei mesi scorsi c'è stata una grande mobilitazione dei ricercatori italiani, a partire dalla campagna #dihobbynehoaltri. ...
Un algoritmo contro i fake Le false notizie in circolazione sui social network sono destinate ad avere vita breve grazie ad una particolare ricerca messa a punto da un gruppo di...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1