Chirurgia estetica. Mastoplastica? Mai prima dei 20 anni

giugno 7th, 2017
Chirurgia estetica. Mastoplastica? Mai prima dei 20 anni
Curiosity
0

Èuno dei medici più desiderati e ai quali si ricorre più volentieri. Ogni ragazza ha pensato almeno una volta nella vita di rivolgersi a questo specialista anche solo per una “chiacchierata” su quei “difetti” estetici che proprio non vanno giù! Così lo abbiamo sentito per voi su mastoplastica, rinoplastica e otoplastica. Ma attenzione: per le minorenni oggi avere un seno “nuovo” è un sogno da rimandare.

MASTOPLASTICA ADDITIVA

In Italia è sicuramente l’intervento più desiderato ma anche il meno richiesto rispetto al panorama americano, dove nel 2015 risulta l’operazione più diffusa tra le americane. Il governo italiano ha comunque preferito legiferare anche in questo campo, mettendo il divieto alle under 18 di sottoporsi ad interventi di mastoplastica additiva! Il perché lo spiegano bene gli specialisti del settore che sottolineano come spesso a 18 anni la mammella non ha ancora raggiunto il suo pieno sviluppo ed è quindi fortemente sconsigliato l’introduzione di un corpo estraneo, come una protesi. Prima dell’intervento, lo specialista può richiedere la consulenza di uno psicologo, come nei casi in cui si intravede la presenza di un disturbo dismorfofobico, ovvero di una alterazione della percezione di se stesso e di una persistente insoddisfazione del proprio aspetto. Quando farla? Dai 18 ai 20 anni lo sviluppo del seno dovrebbe essere completato. Ci si può ricorrere in caso di patologie al seno o per modificarlo esteticamente. L’intervento deve comunque essere programmato prima e la paziente deve essere ben informata sui rischi e le possibili complicazioni. Quali rischi? L’intervento, nonostante l’utilizzo di antidolorifici, potrebbe essere doloroso, specialmente nel caso in cui la protesi venga messa sotto il muscolo. Ma questo dipende dalla caratteristica morfologica della mammella della paziente. L’intervento non dovrebbe durare più di un’ora. E il post intervento? Per un mese bisogna fare attenzione a: esporsi al sole, guidare, alzare pesi, fare attività fisica, sollecitare troppo i muscoli pettorali. I tempi di recupero  vanno da una settimana a dieci giorni. Per un mese bisogna fare attenzione a: esporsi al sole, guidare, alzare pesi, fare attività fisica, sollecitare troppo i muscoli pettorali.

OTOPLASTICA

In realtà “da manuale” si consiglia di eseguirla in età prescolare. Avere delle orecchie a ventola a volte importanti implica un pesante coinvolgimento anche a livello psicologico. Quando farla. Dai 5/6 anni si può tranquillamente ricorrere al chirurgo L’intervento e i rischi. L’intervento non è doloroso e può durare al massimo un’ora e mezza Il post intervento. La convalescenza si svolge a casa e di solito non dura più di una settimana. Per i più piccoli si preferisce monitorarli per una notte in ospedale Tempo di recupero. Una settimana A cosa fare attenzione. Agli urti. Si consiglia quindi di sospendere l’attività fisica per un mese.

RINOPLASTICA

Spesso ci si ricorre per un disturbo funzionale del naso, quindi dovendo intervenire sul ripristino delle vie respiratorie si preferisce agire anche a livello estetico. Il naso infatti anche da un punto di vista estetico ricopre un ruolo centrale nella fisionomia del nostro volto. Quando farla. Di solito si consiglia di eseguire l’intervento dopo i 18 anni, se non ci sono traumi o disfunzioni respiratorie L’intervento e i rischi. L’intervento non è doloroso, ma può essere fastidioso per l’utilizzo dei tamponi post- intervento Il post intervento. La convalescenza si svolge a casa e di solito non dura più di una settimana Tempo di recupero. Una settimana/dieci giorni A cosa fare attenzione. Agli urti. Si consiglia quindi di sospendere l’attività fisica per un mese.

Leggi anche:

SPECIALE maturità 2013: tutte le APP per copiare. ... Mancano pochissimi giorni agli esami di maturità 2013.  I primi a lasciare i banchi di scuola sono stati gli alunni emiliani e gli ultimi saranno ...
Bullismo. La chiamano Dumbo e lei ricorre alla chi... Bullismo, un fenomeno che negli ultimi anni conta sempre più vittime. In moltissime scuole ed università italiane i docenti offrono supporto ...
Unicam, a lezione di rischio sismico “Come mai la città dell’Aquila, indicata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ad alta pericolosità sismica, è stata classificata in zon...
Tutte le paure dei giovani Ue Ogm, energia nucleare, clonazione umana: sono questi i principali temi che generano apprensione nei ragazzi europei secondo un’indagine statistica rea...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1