Supercomputer conferma l’esistenza del bosone di Higgs

ottobre 25th, 2017
Supercomputer conferma l’esistenza del bosone di Higgs
Ricerca
0

Quasi cinque anni dopo il Cern di Ginevra, un computer quantistico ha riscoperto il bosone di Higgs, la particella grazie alla quale esiste la massa. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature, è una prova di principio che prepara il terreno a un futuro in cui le macchine potranno essere in prima fila nell’analisi di grandissime quantità di dati. 

L’esperimento si deve al gruppo del California Institute of Technology (Caltech) guidato da Maria Spiropulu, che ha partecipato all’esperimento Cms, mentre il computer quantistico è quello realizzata dall’azienda D-Wave. La macchina ha imparato a riconoscere e a distinguere i segnali generati dal decadimento delle particelle, seguendo cioè una strada analoga a quella percorsa al Cern dalle centinaia di ricercatori degli esperimenti Atlas e Cms, condotti nel più grande acceleratore del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc). 

Non si tratta di una semplice imitazione né di una competizione fra l’uomo e la macchina, ma di preparare la strada a un futuro in cui i dati scientifici saranno così numerosi che avere a disposizione la potenza e la velocità dei computer quantistici potrà “fare la differenza” nella ricerca. Per Maria Spiropulu l’obiettivo era proprio mettere alla prova una macchina così potente: “volevo vedere se riusciva a risolvere un problema che conosco bene, come quello del bosone di Higgs”. Il futuro nel quale le macchine potranno lavorare accanto ai ricercatori è ancora piuttosto lontano, ma i risultati potrebbero avere un impatto importante anche in discipline diverse dalla fisica, come le scienze della Terra e la bioinformatica.

Leggi anche:

Ridicola la polemica del tunnel Parola del Miur Precisazione da parte dell’ufficio stampa del Miur, alla luce delle innumerevoli critiche, scaturite nell’universo mediatico del web, in merito al com...
Cern, non è la fine del mondo Buchi neri, scenari apocalittici da guerra post-atomica e minacce per l'esistenza stessa del pianeta Terra: la paure dei "catastrofisti" prima dell'es...
Prove di Big Bang, Udine in prima fila Una vera e propria ricostruzione in miniatura del Big Bang: ecco quello che avverrà il prossimo 10 settembre nel più grande acceleratore di particelle...
Roma tre inaugura il nuovo anno accademico L’Università degli Studi Roma Tre inaugura l’anno accademico 2012/2013 con una cerimonia in programma sabato 24 novembre presso l’aula Magna della...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1