Il Ministero dell’Istruzione cerca 253 funzionari

aprile 10th, 2018
Il Ministero dell’Istruzione cerca 253 funzionari
HomePage
0

Il Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca ha indetto un concorso pubblico ad esami per 253 funzionari dei settori amministrativo, giuridico e contabile. Cinquanta posti sono destinati all’amministrazione centrale, i restanti divisi nelle varie strutture regionali. 

Oltre alla cittadinanza italiana (o di uno degli Stati membri Ue), per l’ammissione al concorso sono richiesti il godimento dei diritti civili e politici e l’idoneità allo svolgimento delle mansioni relative al posto in concorso. Come titolo di studio i candidati dovranno essere in possesso del diploma di laurea, anche specialistica o magistrale, rilasciato da università statali e non statali accreditate dal Miur. Non possono essere ammessi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo, destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, oppure licenziati o decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi. Esclusi, inoltre, anche coloro che abbiano riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati contro la pubblica amministrazione. 

Le domande dovranno essere effettuate entro le 12:00 del 27 aprile, utilizzando l’apposita applicazione sul sito web: bando253funzionari-miur.cineca.it, mediante registrazione o con l’utilizzo di credenziali Spid. Gli esami saranno costituiti in due prove scritte e un colloquio interdisciplinare, diretti ad accertare il possesso delle adeguate competenze richieste in campo giuridico, amministrativo e contabile. Son anche richieste capacità di sintesi e analisi, la conoscenza della lingua inglese e competenze nelle applicazioni informatiche più diffuse. Nel caso in cui, per l’elevato numero di candidati, si ritenga necessario l’uso di una prova preselettiva, questa consisterà in un test con cento quasiti sulle stesse discipline previste per gli scritti. 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1