Maestro mette bimbo nero in un angolo. Poi agli altri: «Guardate quanto è brutto»

febbraio 21st, 2019
Maestro mette bimbo nero in un angolo. Poi agli altri: «Guardate quanto è brutto»
Scuola
0

La vicenda è avvenuta a Foligno, nella scuola elementare del quartiere Monte Corvino. La dirigente dell’ufficio scolastico regionale: «Predisposti gli accertamenti». La difesa dell’insegnante: «Era solamente un esperimento sociale». Il Miur: «Chiesta relazione»

In una scuola elementare di Foligno, un maestro supplente avrebbe indicato ai compagni un alunno nero dicendo «guardate quanto è brutto». Il bambino sarebbe poi stato fatto mettere davanti alla finestra, con le spalle alla classe in modo che i compagni non fossero “costretti” a guardarlo. Quando l’alunno ha raccontato l’accaduto ai genitori ed è montata la polemica sul caso, il maestro in questione si sarebbe giustificato sostenendo di avere messo in atto un esperimento sociale.

«Predisposti accertamenti»

«Siamo stati informati di questo presunto caso e stiamo predisponendo tutti gli accertamenti necessari»: la dirigente dell’ufficio scolastico regionale Antonella Iunti ha commentato così,la notizia. Né la dottoressa Iunti né la dirigente della scuola, la dotttoressa Marconi, pur confermandola, hanno voluto però entrare nel merito della vicenda. Che sarebbe stata segnalata anche con un post su Facebook, poi rimosso, di uno dei genitori degli alunni.

L’interrogazione parlamentare

«Ho appena presentato un’interrogazione parlamentare al governo – scrive sul suo profilo facebook il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, che a Foligno vive – perché su una vicenda del genere è sempre bene vederci chiaro, fino in fondo. Voglio sapere innanzitutto se questa mostruosità è per davvero accaduta e in che modo. Io mi auguro di no, per il bene di tutti. Ma se fosse vero, l’insegnante andrebbe immediatamente sospeso».

Il Miur: «Chiesta relazione»

«Sul caso Foligno abbiamo chiesto una relazione attraverso il nostro Ufficio scolastico regionale». E’ quanto fa sapere il ministero dell’Istruzione sulla vicenda del maestro di una scuola elementare di Foligno che avrebbe costretto un suo alunno di colore a voltarsi verso la finestra, spalle alla classe, dopo averlo additato come «troppo brutto».

Corriere della sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1