Maturità 2020, materie: latino e greco al classico, matematica e fisica allo scientifico

30 Gennaio, 2020
Maturità 2020, materie: latino e greco al classico, matematica e fisica allo scientifico
Maturità
0

Annuncio via social del ministro Azzolina. Niente sorteggio della busta per l’orale. Tutti le materie degli istituti tecnici

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Miur Social (@miursocial) in data:

#MaturitàVentiVenti ✌ Le materie sono on line. Per tutte le altre, link in bio. #Esami #Maturità #EsamidiStato #Scuola #Istruzione #Maturando #Maturità2020 #Studio #Maturità2k20 #Maturità2×20 #Maturandi #SecondaProva #Maturitànontitemo #Maturandi #Maturitàiscoming #Studentlife #Studenti

Il conto alla rovescia è finito. Annunciate le materie della seconda prova dell’esame di maturità 2020. Allo liceo Scientifico ci saranno matematica e fisica; al Classico invece greco e latino. Anche quest’anno, come già nel 2019, la seconda prova scritta sarà multidisciplinare, fatta eccezione per i corsi di studio che hanno una sola disciplina caratterizzante.

“Per una volta voglio cominciare dai Professionali”, ha però esordito la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, comunicando la notizia sul profilo Instagram del Miur nella sezione ‘storie’. Per l’indirizzo Enogastronomia e ospitalità alberghiera, articolazione Enogastronomia, le materie della seconda prova saranno Laboratorio di servizi enogastronomici-cucina e Scienza e cultura dell’alimentazione. All’Istituto per i Servizi per l’agricoltura, i ragazzi avranno Valorizzazione delle attività produttive e legislazione di settore ed Economia agraria e dello sviluppo territoriale. Al Tecnico per il Turismo ci saranno Discipline turistiche e aziendali e Lingua inglese. Al Tecnico indirizzo Informatica, Sistemi e reti e Informatica. Infine per il liceo delle Scienze umane, opzione Economico-sociale, ci saranno Diritto ed Economia politica e Scienze umane.

Ma non finisce qui, perché non ci sarà il sorteggio fra le tre buste per la prova orale dei maturandi. Al momento dell’inizio della prova, la commissione sottoporrà uno spunto al candidato, che rappresenterà, comunque, solo un momento di avvio del colloquio. Il ministero dell’Istruzione ha confermato che il lavoro dei commissari si baserà su quanto studiato dai ragazzi nel loro percorso: farà fede il documento predisposto dai docenti di classe.

#MaturitàVentiVenti sarà l’hashtag che accompagnerà sui social, da oggi e fino alla fine degli esami, le comunicazioni del Mius rivolte agli studenti che avranno l’obiettivo di chiarire ogni aspetto dell’esame, ma anche di fornire suggerimenti utili per lo studio.

Secondo i dati saranno quasi 500mila gli studenti impegnati nell’esame conclusivo del ciclo di scuola superiore (226.909 mila di indirizzi liceali, 144.087 tecnici, 92.137 professionali). La prima prova (quella d’italiano) si svolgerà il 17 giugno, dalle ore 8:30, mentre il 18 giugno, sempre dalle ore 8:30, ci sarà la seconda. In Italiano la scelta sarà possibile su tre tipologie: analisi del testo, testo argomentativo o tema di attualità. Le prove dureranno: 6 ore per la prova di italiano; 6 ore per la seconda prova dei licei classici, scientifici e linguistici. Variano invece per altri indirizzi: a seconda si debbano eseguire o meno prove di laboratorio. Infine i crediti che verranno assegnati: prima 20 punti; seconda 20 punti; orale 20 punti.

Nel decreto pubblicato oggi sono individuate anche le materie affidate ai commissari esterni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1