Perugia, sinergie per la formazione d’impresa

29 Luglio, 2009

formazioneimpresa.jpg«Progetti di alta formazione professionale per lo sviluppo delle aziende umbre. Imprese, istituzioni, università e associazioni di categoria insieme per costruire una rete operativa in grado di competere sui mercati internazionali e vincere la sfida della competitività e rilanciare l’occupazione. Su questo versante, l’altotevere rappresenta un esempio da esportare».

Così il presidente della provincia, Marco Vinicio Guasticchi, che accompagnato dall’assessore al lavoro e formazione professionale, Giuliano Granocchia, ha visitato i laboratori del Pomec di Città di Castello, un consorzio di imprese impegnate nello sviluppo di progetti di ricerca e formazione nell’area della meccatronica. Il centro, nato alla fine del 2007, si sviluppa su una superficie attrezzata di oltre 900 mq e dispone di attrezzature specialistiche fornite da partner quali Bosch, Festo, Siemens, Comau, Control Techniques, che vengono utilizzati per esperienze formative a più livelli, da un master realizzato l’anno scorso a corsi di aggiornamento tecnico per occupati o studenti. Guasticchi ha partecipato poi, a un incontro conoscitivo sull’attività e progetti del Pomec, coordinato dal presidente del consorzio Giuseppe Lucidi, Ciro Becchetti, dirigente della regione Umbria, e Luca Moretti dell’Università degli Studi di Perugia.

Moretti ha annunciato l’avvio della collaborazione con l’ateneo, che è socio del Consorzio, per la realizzazione di due master in meccatronica, uno dei quali internazionale e di corsi di specializzazione. Il direttore Becchetti, ha voluto evidenziare l’originalità e i risultati ottenuti da Pomec, anche sui programmi regionali legati al distretto tecnologico Dtu, stimolandolo ad allargare le attività anche in ambiti comunitari, come ha iniziato a fare attraverso Assoknowledge.

L’assessore provinciale Granocchia ha sottolineato la necessità di “fare sistema” per garantire «un modello di formazione professionale in grado di dare risultati concreti in termini di occupabilità degli allievi e di servizio al sistema socio economico locale». Il presidente della provincia di Perugia, Guasticchi, ha rinnovato il sostegno dell’ente alle iniziative di «integrazione vera tra imprese e i sistemi della formazione professionale, della ricerca, dell’università della scuola, per una crescita del sistema socio economico strutturata sulla qualificazione del capitale umano».

Manuel Massimo

Comments are closed.

UA-37172975-1