Spaser, il laser più piccolo del mondo

26 Agosto, 2009

spaser.jpgNovità dal microcosmo delle nanotecnologie. È stato costruito il più piccolo laser del mondo che emette luce visibile e promette di portare grandi cambiamenti nell’elettronica e nei microscopi del prossimo futuro. Era stato ideato nel 2003, ma è diventato una realtà solo adesso.

Si chiama «Spaser», è descritto sulla rivista Nature ed è nato negli Stati Uniti, dalla collaborazione fra le Università Purdue, Norfolk e Cornell.

Anziché concentrare la luce, il dispositivo utilizza le particelle generate dall’oscillazione di un plasma di elettroni, chiamate plasmoni. Sono minuscole sfere d’oro rivestite da una sostanza simile al vetro, dal diametro di 44 millesimi di millimetro.

In futuro, dicono gli esperti, potrà portare a sensori e microscopi dieci volte più potenti rispetto a quelli attuali, al punto da riuscire a vedere oggetti piccoli come la molecola del Dna. Potrà portare inoltre a computer molto più veloci, che utilizzano segnali elettronici anziché luminosi e a celle solari, molto più efficienti di quelle attuali.

Manuel Massimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1