Innovation Camp: business a Roma Tre

19 Luglio, 2010

Full immersion di 5 giorni, da oggi fino a venerdì 23 luglio, in una delle aree naturali più belle del Lazio, ad Allumiere, per 20 studenti e laureati di Roma Tre e di altri atenei. ‘Innovation Camp‘ sarà, infatti, un laboratorio no stop per sviluppare una business idea nella residenza universitaria recentemente inaugurata dall’Università Roma Tre.

Gli studenti, che vivranno e lavoreranno insieme nel centro La Faggeta per 5 giorni, seguiranno seminari tenuti da specialisti, imprenditori, manager ed investitori sui temi dell’innovazione tecnologica e di mercato. Saranno suddivisi in gruppi di lavoro interdisciplinari e avranno il compito di individuare e definire un’idea innovativa (business idea) che sia, almeno in teoria, in possesso di tutte quelle caratteristiche che possono renderla potenzialmente attraente per gli investitori professionisti. Il lavoro di definizione della business idea sarà improntato al concetto di scrum development: i partecipanti potranno e dovranno continuamente confrontarsi sia con gli altri partecipanti che con gli esperti che terranno i seminari, mentre il lavoro dei team verrà continuamente presentato e riveduto sia dagli altri studenti che dagli specialisti che coordineranno tutte le attività.

Alla fine della settimana il team che presenterà quella che un panel di esperti riterrà la migliore idea avrà il diritto di partecipare alla prossima edizione di startup master (http://www.startupmstr.it). ‘Innovation Camp’ nasce sulla scorta dell’esperienza formativa proposta dal gruppo di Innovation Lab, che ha già realizzato un ciclo di incontri dedicati agli studenti di Roma Tre promosso dalla facoltà di Ingegneria (corso di Studi in Ingegneria Informatica) e dalla facoltà di Economia (corso di Laurea Magistrale in Economia e Management).

‘Innovation Camp’ mira, attraverso un approccio originale, a dare ai partecipanti una maggiore consapevolezza dell’importanza del proprio bagaglio culturale e delle proprie idee come elementi fondamentali per lo sviluppo professionale e fornire una maggiore capacità di comprensione delle dinamiche sociali ed economiche che sono alla base dei processi di investimento da parte di chi, come professione, finanzia innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1