Porta futuro per i giovani

3 Luglio, 2011

Inaugurato,  il centro di occupazione  presso il quartiere romano di Testaccio.  Porta Futuro costituisce lo spazio per l’orientamento, la formazione e il lavoro.

PortaFuturo  si articola in 1.800 metri quadri di tecnologie e software d’avanguardia per creare un nuovo rapporto tra istituzioni e cittadini. Martedì ad aprire la serata è stato l’assessore al Lavoro e alla Formazione Massimiliano Smeriglio, e  il presidente della Provincia Nicola Zingaretti ha inaugurato il progetto rivolto alla formazione e all’orientamento professionale, evidenziando che non riguarderà solo i giovani, ma che si prevedono anche percorsi di aggiornamento per il reinserimento nel mercato del lavoro.

L’iniziativa si ispira all’esperienza francese con la “Città dei mestieri” di Parigi e “Porta 22” di Barcellona che proprio quest’anno compie dieci anni.  Il progetto 22@Barcelona ha trasformato 200 ettari del quartiere industriale di Poblenou in un distretto innovativo che offre uno spazio moderno di ricerca mediante un piano strategico di attività volte alla conoscenza e alla formazione. Un progetto di rinnovamento urbano e un nuovo modello di città che vuole dare una risposta alle sfide della società della conoscenza.

La nuova struttura della Provincia metterà in contatto impresa, lavoro e territorio: corsi di formazione e aggiornamento, consulenze personalizzate, orientamento e accompagnamento al lavoro per i più giovani.

Porta Futuro’, ha affermato il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, “è un luogo che prima non esisteva, è l’evoluzione di un’ idea che noi vorremmo proporre per aumentare la qualità dei servizi alle persone e per aiutare lo sviluppo.

All’interno della struttura ci saranno aule didattiche per promuovere corsi di micro-formazione, da come si scrive un curriculum, a come si accede ad un colloquio, a come si può preparare un pre-esame. Ci saranno sportelli dei centri per l’impiego, e ci saranno le aziende che cercheranno risorse umane attraverso le loro iniziative”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1