Dottorando dello Iulm organizza un summer bluff. Sospeso.

20 Settembre, 2011

Una summer school fantasma quella tristemente vissuta da 28 ragazzi dello Iulm e 2 della Statale di Milano vittime dell’imbroglio di un dottorando dello Iulm, tale Mario Andrea Valori che aveva promesso ai giovani una summer school a Praga con corsi di moda e di giornalismo tenuti da emeriti del Russell College di Cambridge e da esperti della Bbc.

Per questa “opportunità” i ragazzi hanno pagato fino a 1.000 euro. Scoperta la truffa i giovani si sono recati presso l’Ambasciata italiana di Praga per denunciare i fatti e in quella sede altre sconcertanti novità: le ragazze avevano pagato una quota di iscrizione di circa 500 euro mentre i ragazzi del gruppo quasi il doppio. Il consolato ha subito provveduto a contattare Giovanni Puglisi, rettore dello Iulm, che in seguito ha dichiarato: “Abbiamo sospeso questo signore. Il suo profilo per un errore compariva sul nostro portale fra i nostri docenti e collaboratori. In realtà è, anzi a questo punto era, un nostro dottorando e della sua summer school-truffa noi non sapevamo nulla. L’università non ha responsabilità, anzi, ci costituiremo parte civile. Ma alzeremo anche il livello dei controlli, anche se non è nostro compito, in futuro verificheremo i curriculum di tutti”.

Abbiamo rivolto alcune domande ad una delle ragazze coinvolte nella faccenda, Silvia Cairo, studentessa alla Statale.

Come siete venuti a conoscenza di questa “opportunita'”?

A me è stata proposta da lui in persona, non essendo una studentessa dello IULM. Valori ha sempre usato il nome dello Iulm e ne ha utilizzato le strutture per fare pubblicità a questa “summer”, per esempio tenendo una riunione riguardo ad essa con gli studenti in un’ aula e appendendo volantini nelle sue bacheche. Non sono sicura, però, che abbia usato su questi volantini il logo dello IULM, ma questi comunque si trovavano all’interno della struttura perché una ragazza ha contattato Valori tramite uno di essi.

In che rapporti eravate con Valori? Vi fidavate di lui?

So che molti erano in rapporti molto stretti con lui, quasi di amicizia. Personalmente io ho sempre cercato di mantenere una certa distanza, avendolo sempre trovato un tipo piuttosto viscido. Ho mantenuto con lui un rapporto strettamente “professionale” soltanto perchè mi aveva fatto una serie di promesse riguardo a futuri progetti, non soltanto riguardo a questa summer. Ad ogni modo lo abbiamo sempre visto tutti come una figura vicina a quella di un prof o comunque qualcuno che ha un ruolo all’interno dell’ università, sia Iulm sia Statale in passato. Anche per questo non abbiamo mai avuto sospetti e ci fidavamo, più o meno, tutti quanti.

Pare che alcuni non credano alla completa estraneità del Rettore. Quale è la tua idea?

Dubito che nessuno sospetti una vera e propria “complicità” del Rettore, ma sicuramente quello che desta più perplessità è il fatto che Valori agisse incontrollato all’interno dello Iulm, che nessuno abbia vigilato e soprattutto che sul sito apparisse un suo profilo con un curriculum completamente gonfiato e con anche un link del fasullo Russell College. Diciamo che il rettore, o chi su Valori doveva vigilare in prima persona, ha peccato di negligenza, questo senza alcun dubbio.

Come state agendo adesso?

Di Valori non abbiamo nessuna notizia, sembrerebbe che sia rientrato in Italia. Noi intanto aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso, anche se sappiamo che i tempi sono molto lunghi. Per ora ci accontenteremmo che Valori venga allontanato da Iulm o da qualunque altro ateneo.

Comments are closed.

UA-37172975-1