Sanità: stop a fumo, alcol e videopoker

28 Agosto, 2012

Tasse, multe e divieti. Sono questi i tre strumenti con cui il Ministro Balduzzi fa fronte all’emergenza salute dei giovani e meno giovani. Stop alla vendita di sigarette per gli under 18 (multa da 1.000 che può arrivare a 2.000 in caso di recidività) e videopoker lontani almeno 500 metri da scuole e ospedali. «Gli apparecchi idonei al gioco d’azzardo – si legge nel provvedimento – non possono essere installati all’interno ovvero in un raggio di 500 metri da istituti scolastici di qualsiasi grado centri giovanili o altri istituti frequentati principalmente da giovani, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio assistenziale, luoghi di culto. Ulteriori limitazioni possono essere stabilite con decreto del ministero dell’interno, di concerto con il ministero dell’economia e delle finanze e con il ministero della salute».

Il decretone stabilisce anche tasse su alcolici e bevande gassate. Per queste arriva un forte K.O. da Balduzzi, che si ispira al modello dei cugini francesi. Si tratta di un contributo di 7,16 euro per ogni 100 litri immessi sul mercato, cifra a carico dei produttori ma che ovviamente si andrebbe a ripercuotere sui consumatori. Per quanto riguarda alcolici e superalcolici, il contributo passa a 50 euro ogni 100 litri.

Su “Il Mattino” la proposta del preside della facoltà di medicina della Sapienza Adriano Redler: “suggerisco che la tassazione sulle bibite gassate venga estesa anche a liquori dolci e alle merendine ricche di calorie” si legge sul quotidiano.

Comments are closed.

UA-37172975-1