Giovani, lavoro. Più disoccupati in zona euro

6 Settembre, 2012
Giovani, lavoro. Più disoccupati in zona euro
HomePage
0

La condizione europea dell’occupazione giovanile continua a preoccupare. Una crescita della disoccupazione senza sosta dal 2007 dove i giovani inoccupati e senza formazione tra i 15 e i 24 anni toccavano quota 6,9 milioni e oggi, nel primo quadrimestre del 2012, raggiungono quasi gli 8 milioni.

Il dato, reso noto dall’Ocse, con l’ultimo rapporto sulla disoccupazione giovanile diffuso in occasione di “Jobs 4 Europe” è allarmante. Stando ai dati Ocse il 13,6% dei giovani tra i 15 e i 24 anni non lavora (11,5% nel 2007). I Paesi più colpiti quelli della zona euro. L’Ocse rileva ancora che dei 7,8 milioni di under 25 senza lavoro in il 3,7 milioni risultano ”inattivi”.

La Germania è il paese che spicca per risoluzione. Nel 2007 i disoccupati erano 878mila divenuti 797mila nel primo quadrimestre del 2011 per ridursi ancora a 727mila ad aprile 2012. Un primato condiviso solo con la Repubblica Ceca.

Stabile invece la Finlandia dove gli under 25 senza lavoro sono 63mila esattamente come nel 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1