Il docente che si porta a casa il registro è perseguibile penalmente

17 Giugno, 2014

docente che si porta a casa il registro

 

Rischio di condanna penale per il docente che porta a casa il registro o che tiene un elenco parallelo dei suoi studenti e dei relativi voti: è l’ipotesi suffragata in una recente sentenza della Corte di Cassazione.

Per gli insegnanti che rimaneggiano i voti a scrutini già completati, poi, il rischio è quello di incorrere in una condanna per falso ideologico, reato per cui sono previsti fino a 10 anni di reclusione.

http://rstampa.pubblica.istruzione.it/utility/imgrs.asp?numart=2PPAJ2&numpag=1&tipcod=0&tipimm=1&defimm=0&tipnav=1

One Comment

  1. Giuseppe says:

    Credo che la cassazione non abbia tenuto conto che ormai è in vigore il registro elettronico che si DEVE compila a scuola e la scuola ti deve dare i mezzi idone PC, Tablet, Ipad, ecc. collegamento wi-fi per poterlo fare. Su questo la cassazione ha ragione niente registro a casa, niente collegamenti da casa.

UA-37172975-1