Maturità 2019 le tracce: Ungaretti, Stajano, Montanari, Bartali e Dalla Chiesa

19 Giugno, 2019
Maturità 2019 le tracce: Ungaretti, Stajano, Montanari, Bartali e Dalla Chiesa
Maturità
0

È iniziata la prima prova della Maturità 2019 e sono arrivate le tracce ufficiali dal Miur con i temi scelti per quest’anno: Ungaretti e Sciascia all’analisi del testo, Montanari sul saggio breve artistico-letterario, Stajano al saggio breve storico-politico e l’illusione della conoscenza al saggio tecnico scientifico.

SCARICA LE TRACCE DELLA PRIMA PROVA DI ITALIANO

TIPOLOGIA A – analisi del testo:

Secondo le prime indiscrezioni le tracce di analisi del testo riguardano: Leonardo Sciascia da “Il giorno della civetta” ed “Il porto sepolto”, confluita nel 1942 nella raccolta “L’allegria”, di Giuseppe Ungaretti.

Il Miur ha scelto come autori per la tipologia A della prima prova di Maturità 2019 Giuseppe Ungaretti e Leonardo Sciascia. In particolare, di Ungaretti gli studenti dovranno affrontare un testo tratto da “Il Porto sepolto”, mentre quello proposto di Leonardo Sciascia è tratto da “Il giorno della civetta”.

 

TIPOLOGIA B – Testo Argomentativo:

B1: La traccia parte da un testo tratto da Tommaso Montanari, “Istruzioni per il futuro. Il patrimonio culturale e la democrazia che verrà”, sul valore del patrimonio culturale.

È il patrimonio culturale come collegamento tra passato e futuro il tema del saggio breve di carattere artistico-letterario.  Si parte da un estratto di Tomaso Montanari, che nel libro “Istruzioni per l’uso del futuro. Il patrimonio culturale e la democrazia che verrà” analizza lo stato dell’arte del patrimonio culturale italiano.

 

B2: la traccia parte da un testo tratto da Steven Sloman – Philip Fernbach “L’illusione della conoscenza”

È “L’illusione della conoscenza” la traccia scelta invece per il saggio tecnico-scientifico. Il saggio tecnico-scientifico è solitamente scelto nei licei scientifici e negli istituti tecnici, meno da chi frequenta il liceo classico.

 

B3: l’eredità del novecento, con brano tratto dall’introduzione di Corrado Stajano, giornalista e scrittore, alla raccolta di saggi “La cultura italiana del Novecento”

L’Eredità del Novecento è la traccia del saggio storico politico. Il brano che dà il via alle riflessioni degli studenti per il saggio storico-politico è di Corrado Stajano, giornalista e scrittore nato a Cremona nel 1930. Il brano scelto è tratto dall’introduzione alla raccolta di saggi “La cultura italiana del Novecento”.

 

TIPOLOGIA C – Tema di attualità:

Prima prova Maturità tipologia C: lotta alla mafia e sport e storia nel tema di attualità.

C1 – la traccia parte da un testo tratto dal discorso del prefetto Dottor Luigi Viana, in occasione delle celebrazioni del trentennale dall’uccisione del Prefetto Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, di Emanuela Setti Carraro e dell’agente Domenico Russo.

 

C2 – la traccia su sport e storia parte dall’articolo del giornalista Cristiano Gatti pubblicato su Il Giornale, che parla della vittoria al Tour de France di Gino Bartali nel 1948, avvenuta in un momento di forte tensione dopo l’attentato a Togliatti.

 

Nei due temi di attualità, una dedicata al “ruolo sociale” di Gino Bartali, il campione di ciclismo nominato giusto tra le nazioni per aver salvato numerosi ebrei, e una sul generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso dalla mafia con la moglie Emanuela Setti Carraro nel 1982. Agli studenti viene chiesto di redigere un elaborato traendo spunto dalla drammatica vicenda attraverso letture e conoscenze personali.

 

Giuseppe Ungaretti alla maturità è uscito, per l’ultima volta, nel 2011. Alla vigilia della prima prova, nel tradizionale totoesame, ben il 23% degli studenti aveva previsto la scelta di Giuseppe Ungaretti tra i poeti del ‘900 (rilevazione su più di 5000 studenti).

Questo è l’anno della riforma. Ricordiamo le novità di quest’anno: l’assenza del tema storico e del saggio breve. La prova di italiano della nuova maturità prevede due tracce di tipologia A, analisi del testo; tre tracce di testo argomentativo, tipologia B; due tracce di tema di attualità, tipologia C. Il Miur ha pubblicato il codice per aprire il plico telematico sulle pagine social ministeriali.

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti prima dell’apertura delle buste ha augurato buon lavoro a tutti i maturandi. “Cari ragazzi, è arrivato il momento. Forza! Sono certo farete del vostro meglio! Buon lavoro a tutti e ricordatevi ‘La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’opportunità’ (Lucio Anneo Seneca)”.

Nei giorni delle prove scritte, è confermato il divieto tassativo per gli studenti di utilizzare cellulari, smartphone, Pc e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini, pena l’esclusione dall’esame.

Sui social network fino a pochi istanti prima che il Miur pubblicasse la password, è impazzato il tototracce. Un modo per cercare di superare l’ansia da parte dei 520mila maturandi, preoccupati dalle novità che dovranno affrontare come “cavie” di questo esame di Stato riformato. Anche se il dato sugli ammessi (96,3%) è il più alto degli ultimi dieci anni, e il trend storico sembra garantire che i bocciati all’esame saranno pochissimi. Il sistema per calcolare il voto però è cambiato.

Maturità 2019, ecco come calcolare il voto e la lode

Come si calcola il proprio punteggio?

Qual è il ruolo della Commissione?

Toto temi e ciò che bisogna assolutamente sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1