Coronavirus: 5 regole d’oro per chi fa vita da pendolare

25 Febbraio, 2020
Coronavirus: 5 regole d’oro per chi fa vita da pendolare
Attualità
0

Il virologo suggerisce quali comportamenti di igiene e buonsenso adottare su treni, metropolitane e mezzi pubblici se quotidianamente ci si sposta per lavoro

Individuate e rese note le misure dell’emergenza, c’è chi – come nel caso dei comuni della zona rossa –resterà nella propria abitazione e chi – pur vivendo altrove – opterà per il telelavoro, nell’attesa che la situazione si stabilizzi. Ma per tutti quelli che, nelle regioni e anche nelle aree metropolitane e periferiche in cui sono emersi casi di contagio da Coronavirussi apprestano come di consueto ad affrontare una nuova settimana di lavoro, spostandosi verso le metropoli e le periferie con treni, metropolitane e mezzi pubblici, quali comportamenti sarebbe meglio adottare al fine di evitare possibili contagi?

«I tanti casi positivi riscontrati in Italia in questi giorni sono anche il segno di una buona capacità di analisi a livello sanitario», precisa il virologo Fabrizio Pregliasco, ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università di Milano. In tutti i casi, nella quotidianità, «la prima misura da applicare è il buonsenso di un’igiene stringente che possa prevenire l’eventuale contagio».

Ecco come farlo al meglio, se si è lavoratori pendolari, seguendo 5 regole fondamentali per viaggiare cautelati su treni e mezzi pubblici.

1. «La prima cosa è evitare i contatti molto ravvicinati e faccia a faccia che potrebbero favorire la trasmissione virale per via aerea». Meglio spostarsi con i mezzi, quindi, in orari non particolarmente di punta, magari individuando percorsi alternativi e muovendosi a piedi o in bicicletta, quando possibile.

2. «Attenzione ai colpi di tosse e agli starnuti frontali. L’operazione più corretta è tamponarli sempre con fazzoletti di carta usa e getta».

3. «Indossare la mascherina può servire da barriera nei contatti particolarmente ravvicinati. Resta in ogni caso una scelta personale, non obbligatoria».

4. Sedili, maniglie e corrimano possono mantenere ugualmente una certa carica virale, pertanto – anche nel caso in cui si indossino dei guanti – «converrà avere sempre con sé un disinfettante per igienizzare le mani e ridurre la concentrazione virale una volta scesi dai mezzi».

5. «Ricordare sempre di lavarsi le mani con una certa frequenza», utilizzando acqua calda (il virus non resiste alle alte temperature) e possibilmente con un sapone antisettico.

vanityfair

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1