“Dormo a scuola: se vado a casa papà mi picchia”

18 Febbraio, 2020
“Dormo a scuola: se vado a casa papà mi picchia”
Scuola
0

Un ragazzino di 15anni ha tentato di nascondersi a scuola per evitare di tornare a casa dal padre

“Resto a scuola, dormo qui, a casa a prendere botte da mio padre non ci torno”. E’ la storia di un ragazzino di 15anni di Pomigliano D’Arco che frequenta il liceo a Marigliano. Il ragazzo all’uscita di scuola, sabato, ha lasciato lo zaino all’interno dell’Istituto edè tornato in classe invece di andar via coi compagni per tornare a casa, tentando di restare nella scuola chiusa invece di star fuori.  La cosa però è stata notata dagli agenti della Polizia Locale che hanno raggiunto il ragazzo all’interno dell’istituto e gli hanno chiesto il perché di quell’atteggiamento: lui ha spiegato, sfogandosi, che avrebbe preferito passare la notte a scuola piuttosto che andare a casa. Ciò per via delle presunte violenze del padre anche quella mattina stessa, perpetrate ai suoi danni e contro la madre. Al termine dello sfogo raccolto dalla Polizia Locale il ragazzo ha trovato il coraggio di denunciare il genitore, poco dopo alla sua denuncia si è unita anche quella della madre.

ottopagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1