In Uk esami di maturità annullati: cosa succede ora agli studenti (italiani compresi)

24 Marzo, 2020
In Uk esami di maturità annullati: cosa succede ora agli studenti (italiani compresi)
Maturità
0

Il provvedimento del governo inglese in tempi di pandemia non ha precedenti nella storia del paese, E sta causando un vero terremoto

Lucas sta seguendo on line la lezione di letteratura inglese del suo professore dalla scrivania della sua camera da letto di casa, un elegante appartamento a Lexham Gardens, un giardino del quartiere di Kensington a Londra. Luca studia a Eton College, una delle scuole più esclusive di Londra che ha visto passare sui suoi banchi anche il Premier Boris Johnson, e dormiva nel campus. Da venerdì 17 marzo il college, come tutte le scuole del Regno Unito, è chiuso e nessuno sa se e quando riaprirà.

Il Governo ha appena deciso di annullare gli esami di Maturità e Lucas è preoccupato: è italiano, vive in Gran Bretagna, ha 18 anni, questo è l’anno del suo diploma e ha già in tasca un’offerta da parte di un’università di Oxford. Ma nella famosa città universitaria rischia di non arrivarci mai.

L’abolizione degli esami scolastici di qualsiasi livello e grado è un provvedimento mai successo prima in tutta la storia del paese da quando esiste l’istruzione. E sta causando un terremoto.
Ecco come funziona il sistema scolastico inglese e come il Department of Education (Ministero della Pubblica Istruzione) intende risolvere il problema di Lucas e di altri milioni di studenti in tutto il paese.

Scuola superiore e maturità
Nel Regno Unito le scuole superiori che ospitano studenti a dormire, quelle che hanno un campus dove gli alunni vivono, si chiamano college, anche se il college in senso stretto è solo l’università.
L’istruzione superiore nel paese dura solo 2 anni e non è obbligatoria, perché la Secondary School va dagli 11 ai 16 anni: copre le Scuole Medie e parte delle Superiori italiane. La Tertiary Eucation va dai 16 ai 18 anni e termina con gli esami di maturità. In UK sono di 3 tipi: il GSCE (general school certificate exam), equiparabile al diploma di scuola secondaria in Italia. C’è poi l’A-Level, che è una sottospecie del GSCE: un diploma di maturità che è il più alto livello di istruzione pubblica nel paese. Le scuole private, infine, offrono anche un terzo esame, indipendente, chiamato Pre-U, ossia Pre università, che è equiparato al diploma pubblico A-Level. Il giovane Lucas avrebbe dovuto sostenere 2 esami: A-Level e Pre U perché a Eton gli studenti fanno entrambi.
Già a 16 anni, quando entrano alle superiori, gli studenti devono scegliere le materie: il Ministero richiede un minimo di 2 e un massimo di 4 materie per esame. Lucas porterà Latino e Greco per l’A-Level; e Letteratura e Storia per il Pre U.

Niente Università?
L’abolizione generale degli esami mette in teoria tutti gli studenti nella medesima condizione. Non c’è nessuna discriminazione o svantaggio. Il problema però è il dopo: l’Università. Nei college inglesi non ci si iscrive come all’Università in Italia, ma sono gli istituti stessi che presentano un’offerta agli studenti in base al loro curriculum scolastico già durante l’ultimo anno di scuola. Il requisito principale per avere accesso a un college prestigioso, come quelli di Oxford o di Cambridge, è avere un A-Level o un Pre U con un voto elevato. Ma senza esami, nessun diploma, nessun voto. E dunque niente università.

Il “buco nero” dei Mocks
Il paese rischia di avere una generazione perduta di studenti senza laurea. Ecco che il governo è corso ai ripari: per far sì che i giovani non diplomati del 2020 possano accedere comunque ai college, eccezionalmente verranno presi in considerazione i voti presunti che la scuola prevede per ogni studente in base ai precedenti trimestri, lettere di accreditamento dei professori e i test MOCKS. Alcune scuole, come Eton, fanno svolgere agli studenti maturandi delle esercitazioni durante l’anno che simulano gli esami di maturità. In assenza di un esame finale e ufficiale, sono quanto di più simile a una maturità. Ma c’è un problema: non tutte le scuole fanno le simulazioni dei MOCKS. E dunque il Governo sta pensando a dei correttivi (es. una garanzia dei professori).

Si recupera nel 2021
Nell’anno scolastico 2020 nessun studente in UK sosterrà un esame. Se però qualche studente vorrà comunque fare la maturità, per ottenere il diploma e la soddisfazione personale, sarà ammesso alla maturità del 2021.
L’università di Oxford ha fatto sapere che, in sostituzione del diploma, accetterà le previsioni di voto, le lettere di referenza dei professori e i test Mocks: l’Università per Lucas è salva.

ilsole24ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1