Maturità 2020, tutto quello che serve sapere sul maxi orale

25 Maggio, 2020
Maturità 2020, tutto quello che serve sapere sul maxi orale
Maturità
0

Mancano ormai poco più di tre settimane all’inizio della maturità 2020 e gli studenti si stanno dedicando alle ultime fasi dei programmi scolastici e alla preparazione delle diverse fasi dell’orale, unica prova dell’esame di Stato di quest’anno. Come sappiamo il colloquio si svolgerà in presenza, ogni candidato potrà portare con sé al massimo un accompagnatore e tutti, inclusa la commissione, dovranno indossare la mascherina e osservare tutte le misure di sicurezza.

Ogni giorno le commissioni potranno interrogare un massimo di cinque candidati, salvo eccezioni di tipo organizzativo. 

La maturità è stata rimodulata a causa delle esigenze della situazione d’emergenza data dal coronavirus: quest’anno sono state eliminate le prove scritte. Si farà solo un maxi orale del valore di 40 punti che si terrà in presenza, davanti alle commissioni composte da 6 docenti interni e da un Presidente esterno.

Sarà così articolato: 
Discussione dell’elaborato nelle materie d’indirizzo. Ogni commissione assegna un argomento ai candidati entro il 1 giugno, gli studenti dovranno poi inviare l’elaborato ai docenti entro il 13 giugno. I docenti possono assegnare un argomento diverso a ciascun candidato, oppure lo stesso a tutta la classe o a gruppi di studenti.

Analisi di un testo di un argomento di letteratura italiana già affrontato durante il quinto anno.

Discussione multidisciplinare di un argomento assegnato dalla commissione.

Presentazione esperienze PCTO tramite relazione o presentazione multimediale.

Domande relative alle attività di Cittadinanza e Costituzione. 

Maturità 2020: news, consigli e aggiornamenti per 500mila maturandi. Iscriviti ai canali social della maturità di Corriereuniv.it
Instagram CorriereunivGuidamaturità
Facebook Maturità2020 l’EsameCorriereuniv
Twitter CorriereunivGuidaMaturità

L’emergenza Covid-19 ha messo in difficoltà tutti noi, ma il mondo della scuola non ha esitato a rialzarsi: nuove modalità didattiche e l’uso della tecnologia hanno permesso agli studenti e ai docenti di non fermarsi. L’anno scolastico è salvo, siamo ormai arrivati a poche settimane dalla sua conclusione. Anche l’esame finale per le scuole superiori, la maturità 2020, pietra miliare per generazioni di studenti, è stato preservato e attende i maturandi il prossimo giugno. Certo, avrà una veste totalmente nuova rispetto al passato, data la situazione fuori dal comune. La formula sarà quella, ormai confermata, del maxi orale, che il ministro dell’Istruzione vorrebbe si facesse in presenza, a scuola, davanti alla commissione interna ad eccezione del presidente esterno.

La Maturità 2020 al tempo del coronavirus: parla Azzolina

A poche settimane dalla nomina a ministro dell’Istruzione, la giovane Lucia Azzolina ha dovuto fare i conti con una pandemia che ha letteralmente bloccato il mondo intero. Ma non la scuola italiana. Prontamente, grazie alla didattica digitale, tutto il sistema scolastico ha reagito per poter dare agli studenti il necessario per continuare a formarsi. Con i dovuti aggiustamenti: considerando la condizione in cui stiamo vivendo, infatti, Azzolina ha deciso di rendere valido l’anno scolastico proprio grazie alla DAD e di formalizzare l’ammissione di tutti gli studenti. Ma senza ignorare eventuali insufficienze, che andranno recuperate a partire da settembre. I ragazzi che a fine anno dovranno fare l’esame di Stato, quindi, non avranno brutte sorprese agli scrutini, ma dovranno fare del loro meglio durante l’unica prova della maturità 2020: il maxi orale. Ma come si svolgerà nel dettaglio? Anche su questo sarà il ministro in persona a rispondere.

Didattica a distanza, rientro a scuola e tanto altro

Non solo Maturità: il vasto pubblico a cui si rivolgerà Azzolina – gli studenti italiani e tutti coloro che vogliono essere aggiornati sulle ultime novità dal mondo della scuola – sono a caccia di notizie anche sulle tematiche inerenti la didattica a distanza e ciò che riguarda il rientro in classe il prossimo settembre.

La Maturità 2020 si compone di un colloquio per ciascun candidato della durata di circa un’ora davanti ad una commissione di 5 membri interni ed un commissario esterno. Studenti potranno partire da un max di 60 crediti e la prova orale avrà un valore massimo 40 per arrivare a 100 e chi meriterà prenderà anche la lode. 

Il Ministero è comunque pronto a fare marcia indietro in caso di impennata della curva dei contagi nelle diverse aree del territorio. Ma se tutto va bene si parte il prossimo 17 giugno alle 8:30 nel rispetto dei protocolli di sicurezza che prevedono obbligo di mascherina e distanziamento sociale.

L’argomento è assegnato a ciascun candidato su indicazione dei docenti delle discipline di indirizzo entro il 1° di giugno. L’elaborato dovrà essere trasmesso dal candidato alla commissione (via posta elettronica) entro il 13 giugno.

Tipologia di elaborato. Per tutti uguale o diverso per ciascuno?Secondo l’ordinanza pubblicata dal Ministero il 16 maggio, la tipologia dell’elaborato è coerente con le predette discipline di indirizzo. I docenti delle discipline interessate possono scegliere se assegnare a ciascun candidato un argomento diverso, o assegnare a tutti o a gruppi di candidati uno stesso argomento che si presti a uno svolgimento fortemente personalizzato. Dallo svolgimento dell’elaborato dovrà risultare la personalizzazione dell’argomento da parte dello studente e dunque, qualora si adotti un argomento unico per tutti gli studenti, la risposta non dovrà essere univoca ma personale da parte degli studenti. 

HELP DESK PER LE SCUOLE “Il Ministero dell’Istruzione avvierà un servizio di help desk per le istituzioni scolastiche attraverso l’attivazione, dal prossimo 28 maggio, di un numero verde che servirà a raccogliere quesiti e segnalazioni sull’applicazione delle misure di sicurezza e a fornire assistenza e supporto operativo anche di carattere amministrativo”, ha dichiarato poi il Ministro. Il servizio servirà a valutare l’effettivo svolgimento degli esami in sicurezza

Maturità 2020: news, consigli e aggiornamenti per 500mila maturandi. Iscriviti ai canali social della maturità di Corriereuniv.it
Instagram CorriereunivGuidamaturità
Facebook Maturità2020 l’EsameCorriereuniv
Twitter CorriereunivGuidaMaturità

Leggi anche:

Maturità 2020: entro il 13 giugno la consegna della tesina

Scuola: anche i docenti delle medie per commissioni maturità

Maturità 2020 e la scuola che verrà

Comments are closed.

UA-37172975-1