Economia, mercati e istituzioni – voce allo studente: “Gran parte delle materie prevedono lo studio di modelli teorici piuttosto che su casi reali”.

2 Agosto, 2020
Economia, mercati e istituzioni – voce allo studente: “Gran parte delle materie prevedono lo studio di modelli teorici piuttosto che su casi reali”.
Orientamento
0

Corriereuniv.it in occasione del lancio delle guide digitali di orientamento, studiate per gli studenti in tempo di Covid ha intervistato Raffaele Petrella
studente di Economia, mercati e istituzioni presso l’ Università degli Studi di Bologna 

Raffaele, quando hai scelto di studiare questo corso di laurea e quali sono le motivazioni che hanno guidato la tua scelta?
Ho scelto questa facoltà come compromesso tra i miei interessi e i possibili sbocchi lavorativi. Durante il liceo classico i miei principali interessi sono stati la storia, la politica e l’attualità, interessi che mi hanno reso indeciso tra diverse facoltà, soprattutto umanistiche. Alla fine ho scelto questo particolare corso di studi per la presenza di alcuni corsi di storia, giurisprudenza e scienze politiche, oltre che per l’insegnamento di materie prettamente scientifiche.

Durante il tuo percorso hai trovato materie di studio che non avevi valutato al momento dell’iscrizione?
Rispetto alle mie aspettative questo corso mi ha fornito più strumenti di analisi quantitativa che qualitativa dei fenomeni economici che ci circondano. Gran parte delle materie di questo corso sono state strutturate attraverso lo studio di modelli teorici piuttosto che su casi reali.

Quali competenze avrai acquisito al termine del corso?
A corso ultimato avrò acquisito vari strumenti metodologici necessari  all’analisi quantitativa dei fenomeni economici. Inoltre, attraverso corsi specifici di diritto, scienze politiche ed economia ambientale, questo corso mi permetterà di contestualizzare e di analizzare con maggior cognizione di causa gran parte degli avvenimenti e dei meccanismi che caratterizzano la nostra società.

Ti sei già indirizzato verso un ambito occupazionale o figura di lavoro specifici? Che lavoro vorresti fare?
Proprio per la grande varietà di scelte a mie disposizione ad oggi non so ancora quale lavoro farò. Gli ambiti che più mi interessano riguardano la gestione patrimoniale o l’amministrazione di imprese private o di organizzazioni.

Conosci le prospettive occupazionali del tuo campo?
Le prospettive occupazionali del mio campo sono molteplici. Le competenze acquisite possono portarmi sia ad un lavoro da subordinato (presso istituti bancari, istituti di intermediazione finanziaria o aziende private) sia ad un lavoro da autonomo (consulenza fiscale o patrimoniale, ecc.). 

Mariella Bologna


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1