Conte: “Investiremo nella scuola con il Recovery fund. Mettiamo in conto nuovi contagi da lunedì”

9 Settembre, 2020
Conte: “Investiremo nella scuola con il Recovery fund. Mettiamo in conto nuovi contagi da lunedì”
HomePage
0

“Si riparte il 14 settembre anche se qualche regione ha voluto posticipare”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa da Palazzo Chigi. Poi si rivolge ai ragazzi: “Sappiamo che siete stati voi che avete pagato maggiormente questa situazione. Non posso dirvi che dal 14 andrà tutto bene. Difficilmente sarà così. Però vi invito a rispettare le regole”. Per chi, invece, pensava ad un rimpasto di Governo se ci dovessero essere ulteriori problemi il premier è categorico: “No, non ci sarà”. E sottolinea: “La sicurezza e la salute sono, e saranno, la nostra stella polare per gestire questa emergenza”. L’invito è quello di ripartire “bene” con lo sforzo di tutti: “In altri paesi in cui gli istituti scolastici hanno riaperto hanno avuto contagi. In Francia, Stati Uniti, Germania vengono chiusi istituti, l’importante è non lasciarsi sopraffare dalle preoccupazioni”.

“Da gennaio ad oggi abbiamo investito 7 miliardi nella scuola”, continua il premier. “Un investimento importante che coinvolge più ministeri e parti sociali, insieme agli enti locali e regionali.”. Sull‘orario: “Ne rispondono i singoli dirigenti scolastici che concorderanno con gli enti locali in base anche al trasporto pubblico”. Mentre, continua il premier, per i genitori che avranno figli in quarantena “è stato previsto lo smart working o il congedo parentale dove fosse necessario”.

Riguardo le mascherine saranno “11 milioni al giorno di tipo chirurgico gratuite nelle scuole fornite dal governo per studenti, studentesse e personale scolastico. In soli due mesi abbiamo reperito 2,4 milioni di banchi nuovi – afferma Conte – In Italia se ne producono 200 mila l’anno. Per chi ha sintomi influenzali si dovrà contattare il pediatra e medico di famiglia o scolastico“.

Assunzione a tempo determinato di 70mila docenti e personale ATA per l’emergenza. “Abbiamo impresso spinta per la digitalizzazione per l’attività didattica – continua il premier – Troppo spesso abbiamo trascurato i docenti e dobbiamo valorizzarli di più. Oggi abbiamo approvato le linee guida dell’uso dei Recevory Fund e parte verranno usati per la scuola”. E manda un messaggio ai docenti: “I medici sono stati i primi a fronteggiare l’emergenza, voi oggi diventerete il punto di riferimento a cui la comunità guarderà per proteggere e salvaguardare i nostri ragazzi. Il Governo è al vostro fianco per vincere questa sfida che vogliamo vincere tutti insieme”.

Lucia Azzolina: “Un istituto su tre ha avuto interventi strutturali ai propri edifici. Abbiamo sovvenzionato spazi aggiuntivi per 200mila studenti”, afferma la ministra dell’Istruzione. “Grazie ad una programmazione seria, mancata negli anni scorsi, sul turn over degli insegnanti rispetto le supplenze”. Un punto alle difficoltà economiche delle famiglie per la crisi economica: “Le scuole ha messo a punto fondi per i materiale, zaini, libri e dispositivi digitali per il benificio di 425mila studenti per quelle famiglie che subiranno maggiormente il contraccolpo della pandemia”. Le nomine dei supplienti saranno fatte “entro questo fine settimana” afferma la ministra. Circa 60mila posti per la supplenza. Due step: “La nomina dei supplenti normali, e 70 mila in più per l’emergenza. Fatti direttamente dai dirigenti scolastici”.

Roberto Speranza: “Quando ci sarà un caso positivo a scuola non lasceremo mai soli insegnati, presidi e personale scolastico. Sarà il dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria territoriale a gestire la situazione”, puntualizza il ministro della Salute. Mentre per il trasporto le linee guida si dividono in “trasporto programmato” organizzato: “Abbiamo ultilizzato alcune regole generali come l’obbligo per la mascherina chirurgica per chi ha più di sei anni”, afferma Paola De Micheli ministra dei Trasporti. “La regola dell’80% del riempimento dei mezzi pubblici di scuola questo può essere aumentato solo se la corsa è sotto i 15 minuti”.

Per riguardare il video :

🔴 Scuola, in diretta la conferenza stampa del Presidente Giuseppe Conte con i Ministri Lucia Azzolina, Paola De Micheli e Roberto Speranza

Pubblicato da Lucia Azzolina su Mercoledì 9 settembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1