Recovery plan, per l’Istruzione sono previsti 28,49 miliardi

12 Gennaio, 2021
Recovery plan, per l’Istruzione sono previsti 28,49 miliardi
HomePage
0

Più risorse sono previste per l’istruzione e la digitalizzazione. La prima passata da 27,91 28,49 miliardi, la seconda da 45,86 46,18  miliardi. Sono le cifre in aumento sulla nuova bozza del Piano nazionale di rilancio e resilienza che accompagnerà le voci di spesa dei fondi che l’Europa ha destinato all’Italia per affrontare la crisi pandemica.

La bozza di 172 pagine è stata consegnata ieri al Preisdente del Consiglio, Giuseppe Conte, dal ministro dell’Economia Gualtieri. “Abbiamo consegnato al presidente la nuova bozza del Recovery Plan. In oltre  pagine sono esposte le strategie, i progetti, le risorse per far ripartire l’Italia. Ora nel Governo, in Parlamento e nel Paese si apre la fase di analisi, miglioramento, decisione”, ha annunciato il ministro sui social.

Una nota della presidenza del Consiglio conferma che “è stata appena inviata a tutti i ministri, come da impegni assunti nel corso dell’ultimo incontro, la nuova bozza del Recovery Plan, rielaborata all’esito del confronto con le forze di maggioranza sulla base delle varie osservazioni critiche da queste formulate”. A questo punto il Consiglio dei ministri sul tema è fissato per questa sera, martedì, alle ore 21.30.

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) dell’esecutivo prevede quasi 20 miliardi di risorse per la sanità (19,72 miliardi). Il primo capitolo di spesa resta però quello destinato alla rivoluzione verde e alla transizione ecologica con 68,9 miliardi. Questo quanto si legge nella tabella di sintesi della bozza del documento. Per quanto riguarda gli altri settori, sono previsti 46,18 miliardi per la digitalizzazione, l’innovazione, la competitività e la cultura. Alle infrastrutture e alla mobilità sostenibile dovrebbe invece andare 31,98 miliardi. Per l’istruzione e la ricerca sono previsti 28,46 miliardi. E ancora, 21,28 miliardi per l’inclusione e la coesione, per un totale di 222,9 miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-37172975-1